1997

Lettere ad una donna sull’Anarchia

PRESENTAZIONE DI LUCE FABBRI
Mi si chiede di prologare una nuova edizione del piccolo libro “Lettere ad una donna sull’anarchia”, che mio padre dette alle stampe nei primi anni di questo secolo prossimo alla fine. Me lo chiedono coloro che si sono proposti di riprendere, dopo tanto tempo, l’opera editoriale di Camillo Di Sciullo, l’anarchico abruzzese che fu allora l’editore di questo lavoro nelle sue successive edizioni. Sotto l’egida di questo nome, essi hanno già ripubblicato altri classici dell’anarchismo.