San Marino

Gli apicoltori sammarinesi: "annata compromessa per il miele d'acacia. Si punta al millefiori"

Libertas - 2 ore 9 min fa
"Benvenuto raggio di sole, a questa terra di terra e sassi. La Cooperativa Apicoltori Sammarinesi si allinea alla celebre canzone di Francesco De Gregori: dopo un mese di maggio piovoso"che ha influito pesantemente sulla produzione delle api, giugno si è aperto con un clima che fa sperare per la produzione del miele.

A segnalarlo la Cooperativa Apicoltori Sammarinesi in una nota, in cui si legge  “Le api per diversi mesi non sono uscite e quindi non hanno portato il miele negli alveari – spiega Melissa Marzi, Presidente della Cooperativa Apicoltori Sammarinesi -. Quel poco che riuscivano a raccogliere lo mangiavano. Noi apicoltori, per far fronte a questa emergenza, abbiamo dovuto alimentarle con miele o con uno sciroppo a base di acqua e zucchero”.

E se per l’acacia l’annata di può dire compromessa, le speranze della Cooperativa Apicoltori Sammarinesi (che conta 40 soci attivi e 60 registrati) oggi si spostano tutte sul “Millefiori”, che sarà però “estivo” ma anche sul Tiglio, Trifoglio e Sulla.

Per il Presidente della Cooperativa Apicoltori Sammarinesi occorre trovare soluzioni alternative, anche per far fronte ad altre eventuali emergenze. “Dobbiamo aumentare la biodiversità cercando altre piante mellifere. Abbiamo preso contatti con il professor Ricciardelli d’Albore, docente di Biologia presso l’Università di Perugia per un aggiornamento tecnico sulle piante e su quello che il territorio ci permette di fare”.

Melissa Marzi riflette ad alta voce e allarga lo sguardo. “L’auspicio è che i singoli individui aumentino la loro sensibilità verso la natura. L’ambiente richiede un certo equilibrio: quando si interviene difatti si vanno ad intaccare i rapporti tra gli insetti e le piante”. E gli apicoltori se ne rendono conto. “Gli animali hanno funzioni ecologiche importanti. La coccinella per esempio si nutre di afidi, i pidocchi delle piante. Il loro ruolo, come quello di altri insetti, è quello di mantenere lo stato di salute delle piante. Sono tutti piccole sentinelle del benessere, l’Apis Mellifera Ligustica in primis”. La moria di api (ma non solo) sono un campanello d’allarme che non va preso sotto gamba. “L’auspicio è che le persone riducano gli interventi ‘chimici’ sulle piante e contro gli insetti per ridare stabilità ed equilibro al sistema” sottolinea Melissa Marzi".

Categorie: San Marino

San Marino. Meteo: sabato temporali poi la prossima settimana si sale oltre i 35°C

Libertas - 2 ore 45 min fa

La temperatura è tornata a salire dopo la leggera rinfrescata di lunedì, grazie al ritorno di correnti provenienti da sudovest e alla presenza di una campana anticiclonica che stenta comunque ad espandersi del tutto a causa della presenza di una vasta area ciclonica presente sull'Atlantico e in movimento verso l'Europa centrale. Questa figura depressionaria è causa di infiltrazioni di aria instabile e di temporali sul settore alpino/prealpino e appenninico, e di nuvolosità cumuliforme pomeridiane sul Titano.
Questi spifferi atlantici nella giornata di sabato 22 giugno giungendo in maniera massiccia nel catino padano carico di calda umidità e faranno da benzina per la formazioni di temporali che investiranno le regioni centro-settentrionali d'Italia e San Marino, portando oltre a rovesci temporaleschi anche una parentesi di refrigerio dal caldo estivo. Già nella giornata di domenica è atteso un migliorando e il ritorno del cielo sereno e temperature gradevoli.

I modelli stanno confermando lo scenario descritto nell'ultimo aggiornamento, l'arrivo di una caldissima lingua anticiclonica africana nel corso della prossima settimana. Questa ondata di caldo eccezionale inizialmente (tra lunedì 24 e 26 mercoledì) colpirà la Francia e la Germania poi tra giovedì 28 e venerdì 29 giugno tenderà probabilmente a ruotare verso sudest, investendo le regioni centro-settentrionali d'Italia e San Marino. Se questo quadro viene confermato la temperatura massima sulla nostra Repubblica potrà superare i 35°C, e in pianura padana i 38°C. Nel prossimo aggiornamento ulteriori conferme.

 

Categorie: San Marino

Csu: "il manifatturiero si conferma la locomotiva dello sviluppo"

Libertas - 3 ore 6 min fa
"Il progetto di rilancio e allargamento di Alutitan è  l'ennesima conferma dell'importanza strategica del settore manifatturiero".

Così commentano in un comunicato i segretari della Federazione Industria della CSU, Agostino D'Antonio e Paride Neri, alla notizia "del via libera alla delibera del Congresso di Stato per la convenzione economico-finanziaria a sostegno del progetto di investimento, per complessivi 18 milioni, della storica azienda di Chiesanuova.  Progetto di rilancio che prevede dal 2021 anche un piano di 40 nuove assunzioni.

"In questi mesi - affermano i segretari FLI-CSU-  abbiamo seguito con molta attenzione le proposte  dell'azienda di ampliare la produttività e la notizia che il progetto  sta diventando una realtà è un segnale importante per l'economia sammarinese. Del resto il binomio investimenti- occupazione è il passaggio essenziale  per dare  prospettiva e stabilità al sistema Paese e ancora  una volta, dopo oltre un decennio di crisi,  è il settore manifatturiero  che si conferma come la locomotiva di un nuovo sviluppo".

Il ruolo trainante, ricordano i segretari industria , è spiegato dai numeri: stando ai dati del 2018 nel settore manifatturiero gli occupati sono  5.991, che rappresentano da soli oltre un terzo dei dipendenti del settore privato ed anche nel 2019 la crescita occupazionale di 600 unità ha interessato in larga misura le imprese industriali,  mentre sul fronte salari è sempre il manifatturiero, con un tetto complessivo di retribuzioni  che supera i 161 milioni, ad essere al primo posto.

"Numeri raggiunti - concludono i segretari della FLI-CSU – anche grazie alla sottoscrizione del contratto industria che in questi ultimi anni ha dato stabilità e un quadro di regole certe alle imprese, ha garantito  un aumento  delle buste paga dei lavoratori del 4% contro un'inflazione dell'1,5% e ha  destinato circa 2 milioni di euro al fondo salvastipendi, fondo a sostengo dei lavoratori vittime delle crisi aziendali".  

Categorie: San Marino

Sinergia tra AASS e 32 imprese sammarinesi per il completamento della fibra

Libertas - 5 ore 23 min fa
"ARTIGIANI X FIBRA: da oggi parte il “punto prenotazioni” 0549 964398, un numero per prenotare l’intervento gratuito e agevolare l’utenza e velocizzare i tempi".

Ad annunciarlo è l'UNAS, che aggiunge "L’internet veloce non è più una peculiarità dell’ADSL, la tecnologia che da circa un decennio porta il web nelle case sfruttando i tradizionali cavi in rame, conosciuti anche come doppino telefonico.

La banda larga sta progressivamente lasciando il campo a quella ultralarga, ovvero alle reti in fibra ottica che garantiscono migliori performance su tutti i livelli.

In questo si inserisce da un po’ di tempo il progetto FIBRA STATO e la possibilità per l’utenza sammarinese di avere l’allacciamento alla fibra direttamente in casa, grazie all’investimento di AASS e alla professionalità data da 32 imprese sammarinesi del settore elettricisti, che sono abilitate alla posa della “risalita verticale”, ovvero di portare la fibra dal contatore esterno direttamente dentro l’appartamento o l’utenza domestica, civile o industriale.

Ogni utente può scegliere liberamente tra le 32 ditte specializzate (tutte rigorosamente sammarinesi), ovvero in assenza di una preferenza chiamare il nuovo numero che gli stessi hanno organizzato grazie al contributo fattivo di UNAS nel dare loro ed all’utenza il servizio di matching necessario.

Chiamando il numero 0549 964398 risponderà il servizio prenotazioni ARTIGIANI X FIBRA, che avrà l’obbiettivo di distribuire i contatti alle imprese disponibili, per realizzare il lavoro in tempi ristrettissimi (7 giorni per il contatto ed altri 7 giorni per la realizzazione del lavoro).

Analoga possibilità di richiesta anche online, sul sito creato appositamente www.artigianixfibra.com, dove oltre al form di prenotazione sono riportate tutte le info necessarie
sia per la prenotazione, sia per la gratuità del lavoro".

Categorie: San Marino

Maturità: lunedì si è svolta la prova di italiano, venerdì ci sarà quella di indirizzo

Libertas - 5 ore 26 min fa
"Lunedì 17 giugno, con due giorni di anticipo rispetto all’Italia, si è svolta a San Marino la prima prova dell’esame di maturità, il tema di Italiano".

Lo evidenzia il dirigente scolastico Giacomo Esposito, aggiungendo "Otto le tracce tra cui scegliere. Per la tipologia A, l’analisi del testo, sono stati proposti un brano estratto dal “Visconte dimezzato” di Italo Calvino e la poesia “Pellegrinaggio” di Giuseppe Ungaretti. Per il testo argomentativo, in ambito letterario è emerso il tema del nichilismo, con testi tratti da Montale (Ossi di seppia) e Baudelaire (Piccoli poemi in prosa), mentre negli altri ambiti ai ragazzi è stato chiesto di parlare, a scelta, del futuro dell’Unione Europea, dell’utilità e della bellezza della scienza e di emancipazione femminile. Infine, per le tracce di attualità, lo spunto è stato offerto da una riflessione di Andrea Zanzotto sulla dittatura del consumismo e da un estratto dal “Diario del seduttore” di Kierkegaard.

Venerdì 21 giugno si terrà la seconda prova, quella di indirizzo. Anche a San Marino, come in Italia, la terza prova è stata soppressa, per dare più rilievo alle altre e al percorso che gli studenti hanno maturato nel triennio, la cui incidenza in termini di punteggio finale è maggiore rispetto al passato.

Le operazioni si concluderanno venerdì 12 luglio, con la cerimonia di consegna dei diplomi, alla presenza del Segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura, on.le Marco Podeschi.

Alle prove d’esame sono stati ammessi 87 candidati su 88.

Negli anni precedenti al quinto, rispetto al passato, si registra un calo sia dei giudizi sospesi (da 60 a 46) sia dei non ammessi (da 15 a 13)".

Categorie: San Marino

"Risoluzione delle crisi bancarie: united we stand, divided we fall"

Libertas - 7 ore 46 min fa
"Risoluzione delle crisi bancarie: united we stand, divided we fall".

Lo afferma Gianfranco A. Vento, Professore ordinario di “Economia degli intermediari finanziari”.

"Il Consiglio Grande e Generale - scrive il prof. Vento - ha approvato, con il contributo fattivo delle opposizioni, il Progetto di legge sulle risoluzioni delle crisi bancarie. Si tratta, ad avviso di chi scrive, di una legge sostanzialmente condivisibile, ispirata da considerazioni di realismo, che riprende alcuni dei principi promossi dal legislatore europeo nel corso degli ultimi anni. La legge, infatti, conferisce alla Banca Centrale il potere di risoluzione in caso di dissesto di una banca, consentendo l’utilizzo di una gamma di strumenti sostanzialmente analoghi a quelli già utilizzati nel contesto europeo (cessione di beni e rapporti giuridici a terzi, ovvero ad un ente ponte, oppure ancora strumenti pubblici di stabilizzazione finanziaria). A differenza di quanto paventato da alcuni giornali nelle scorse settimane, la legge non prevede il bail-in (ossia il salvataggio della banca attingendo a risorse interne alla stessa) ricorrendo in maniera sostanziale ai depositi dei risparmiatori, bensì si prevede che le perdite delle banche in dissesto siano fronteggiate dapprima utilizzando il capitale, le riserve, gli strumenti ibridi di patrimonializzazione, le passività subordinate, le passività eccedenti la protezione di cui all’art. 100 della LISF e, in ultima istanza, con strumenti di intervento pubblico (strumenti pubblici di stabilizzazione finanziaria, strumenti pubblici di sostegno al capitale e nazionalizzazioni). Tale scelta del legislatore sammarinese appare equilibrata e ispirata da sano realismo, nella misura in cui un orientamento teso a far ricadere l’onere dei salvataggi bancari maggiormente sui depositanti avrebbe potuto facilmente acuire i rischi di corsa agli sportelli nel fragile sistema bancario del Titano. Peraltro, meccanismi di risoluzione delle crisi bancarie che prevedano un maggiore coinvolgimento dei depositanti e/o degli investitori in questa fase storica determinerebbero, a parità di altri fattori, uno squilibrio evidente nei payoff dei contratti di deposito e di investimento, che renderebbe maggiormente onerosa, e probabilmente non sostenibile, la raccolta bancaria".

"La risoluzione delle crisi bancarie - aggiunge il docente - è materia molto complessa, poiché purtroppo la banca è un azienda multi-stakeholders e difficilmente in caso di crisi le autorità preposte alla gestione di tali crisi hanno la possibilità di soddisfare appieno i differenti interessi, legittimi, dei diversi portatori di interessi. L’approvazione del Progetto di legge sulle risoluzioni delle crisi bancarie mi induce ad una riflessione più ampia. Da modesto conoscitore del sistema finanziario e politico sammarinese, mi sento di poter affermare che allorquando le forze di maggioranza e quelle di opposizione collaborano fattivamente e lealmente per la stesura di provvedimenti di rilevanza strategica per i risparmiatori sammarinesi e per la stabilità del sistema finanziario, i risultati possono essere certamente apprezzabili, come in questa circostanza. Non si può, invece, dire lo stesso nel caso di un altro provvedimento riguardante in parte il sistema finanziario, che è stato recentemente approvato dalla maggioranza politica con i voti contrari delle opposizioni. Mi riferisco al Decreto Blockchain, approvato il 23 maggio us. Il Decreto Blockchain prevede che gli “enti blockchain” possano emettere dei “token di investimento” (ossia asset digitali che rappresentano strumenti di capitale o di debito di un emittente) e conferisce poteri di regolamentazione e supervisione sugli enti blockchain all’Istituto per l’Innovazione (San Marino Innovation).

"La norma - prosegue - estromette totalmente la Banca Centrale da qualsiasi attività di regolamentazione e vigilanza sugli enti blockchain e sui token di investimento, promuovendo quindi la creazione di un area di shadow banking sottratta alla normale supervisione e vigilanza della banca centrale, che purtuttavia detiene la responsabilità ultima della stabilità del sistema finanziario. Tale orientamento appare in netto contrasto con le indicazioni provenienti dalla comunità internazionale (mi riferisco, ad esempio agli studi del Financial Stability Board e dello European Systemic Risk Board), che evidenziano da anni l’importanza di ridurre il perimetro del sistema bancario ombra. Peraltro, non appare chiara la logica sottostante la decisione di conferire le responsabilità di regolamentazione e supervisione degli enti blockchain all’Istituto per l’Innovazione, il quale, evidentemente, non ha una mission connessa al promozione della stabilità e dell’efficienza del sistema finanziario né dispone di competenze specifiche in questo ambito nonché della necessaria indipendenza per esercitare le funzioni di controllo. In conclusione, vorrei richiamare un celebre discorso di Winston Churchill, il quale, rifacendosi ad Esopo, nel giugno del 1941, si rivolse agli Stati Uniti affermando che: “United we stand. Divided we fall”. Auspico che tale monito continui ad ispirare il legislatore sammarinese, affinché tante delle criticità che oggi affliggono il sistema finanziario locale possano tramutarsi in opportunità".

Categorie: San Marino

Omar Lepri è il nuovo allenatore della Folgore

Libertas - 7 ore 47 min fa
Omar Lepri è il nuovo allenatore della Folgore. 
Categorie: San Marino

“L’Unione europea e i micro-Stati”

Libertas - 8 ore 47 min fa
L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha organizzato per venerdì 21 giugno 2019, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, presso la sala Montelupo di Domagnano un seminario dal titolo “L’Unione europea e i micro-Stati” ed ha invitato quale relatore il Prof. Giacomo Di Federico del Dipartimento Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna, esperto di diritto dell’Unione europea.

Il seminario è aperto a tutti e si propone di illustrare i principi fondanti dell’Unione europea e le sue istituzioni nonché di approfondire le relazioni tra l’Unione e i micro Stati.

Per informazioni e iscrizioni rivolersi alla Segreteria ODCEC all’indirizzo mail: segreteria@odcec.sm.

 

Categorie: San Marino

Nel processo Breakfast depone Scajola e si parla di massoneria e di San Marino

Libertas - 11 ore 22 min fa
Nel processo Breakfast depone Scajola e si parla di massoneria e di San Marino

“Mai stato massone”. Così l’ex ministro degli interni Claudio Scajola ha smentito le parole de pentito Cosimo Virgilio che lo accusava di far parte di una loggia di San Marino - quella del conte Ugolini - dove si era recato a Domagnano per una iniziazione massonica. La vicenda nell’ambito del processo Breakfast nel quale l’ex ministro risponde di aver favorito la latitanza all’estero di Amedeo Matcena, cndannato a tre anni per concorso esterno in associazione mafiosa (...)

Articolo tratto da L'Informazione

Categorie: San Marino

Si sta lavorando a nuove regole per il riconoscimento dell’assistente personale

Libertas - 11 ore 23 min fa
Si sta lavorando a nuove regole per il riconoscimento dell’assistente personale

La segreteria di Stato per la Sanità afferma in una nota di aver letto con piacere la proposta avanzata dal responsabile del Comitato Donne della Federazione Pensionati della Confederazione sammarinese del lavoro, Nerina Zafferani, che intende dare l’opportunità a un famigliare di una persona non autosufficiente di svolgere il compito del “prendersi cura” eliminando vincoli normativi che attualmente lo impedirebbero (...)

Articolo tratto da La Serenissima

 

Categorie: San Marino

Alutitan si allarga, previste 40 assunzioni: accordo per 13 mln di tasso agevolato

Libertas - 11 ore 27 min fa
Alutitan si allarga, previste 40 assunzioni: accordo per 13 mln di tasso agevolato La convenzione è stata portata ieri in Congresso di Stato

Milioni di euro a vantaggio dell’economia e della creazione di occupazione. E’ prevede la convenzione portata ieri in Congresso di stato Governo, per quanto di competenza del governo, che a breve passerà anche in Consiglio Grande e Generale. Un provvedimento a supporto dell’investimento di 18,5 milioni di euro fatto dall’azienda Alutitan di Chiesanuova (...)

Articolo tratto da L'Informazione

 

Categorie: San Marino

Zanotti smentisce: "Non ho consegnato alcuna lettera di dimissioni"

Libertas - 11 ore 32 min fa
Zanotti smentisce: "Non ho consegnato alcuna lettera di dimissioni" Il Segretario agli Interni: “In Congresso affrontato un tema reso pubblico da notizie che non ho dato io”

Guerrino Zanotti smentisce le sue dimissioni. “Non ho consegnato nessuna lettera di dimissioni”, afferma. Raggiunto telefonicamente non aggiunge altro ed è lapidario nel dire che non si dimetterà, anche se conferma che in Congresso, ieri, è stato affrontato “un tema reso pubblico da notizie che non ho dato io”, ha affermato riferendosi all’articolo di ieri del Resto del Carlino che aveva dato il Segretario agli Interni come pronto a lasciare l’incarico (...)

Articolo tratto da L'Informazione

Categorie: San Marino

Ammanco all'Urbanistica, reato prescritto

Libertas - 11 ore 34 min fa
Ammanco all'Urbanistica, reato prescritto Non luogo a procedere per il dipendente che aveva già risarcito il danno ed è stata riconosciuta la confessione utilmente resa, anche perché la situazione contabile era all’epoca caotica

Dichiarato il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione nel processo a carico di Lazzaro Moretti, dipendente dell’Ufficio urbanistica che era accusato di malversazione per gli ammanchi registratisi nella cassa di quell’ufficio per 16mila euro circa. In realtà durante il dibattimento la sua posizione si è ridimensionata, da un lato perché è emerso che all’epoca la situazione di cassa all’urbanistica era piuttosto confusionaria e si trascinavano da tempo delle anomalie contabili che non erano state risolte, oltre al fatto che i controlli della contabilità dello Stato non erano così frequenti (...)

Articolo tratto da L'Informazione

Categorie: San Marino