LA LOTTA AL FASCISMO E AL RAZZISMO SI FA SUL PIANO POLITICO E CULTURALE NON CON LE “MARACHELLE”

Apprendiamo che su un muro della nostra città, nei pressi di una attività imprenditoriale di un noto esponente della destra di Baronissi ed estimatore dell’attuale ministro degli interni, è apparsa una scritta minacciosa.

Tali atti non servono e sono dannosi alla nostra battaglia antifascista che da un paio d’anni abbiamo formalizzato anche con proposte di atti amministrativi formalmente avanzate alla Giunta e a tutti i consiglieri comunali uscenti.

Quindi chiunque sia l’autore materiale di tale gesto oggettivamente è nei fatti un consumatore abusivo di ossigeno e  dannoso per il movimento antifascista e antirazzista.

Grazie a questo “chiunque” oggi il povero esponente di destra e salviniano potrà presentarsi come una vittima e ne approfitterà al massimo dell’esposizione mediatica che riceverà.

Ci pare di ricordare che già nel passato abbia già avuto tali “attenzione”. Stranamente succedeva ogni volta che si registrava difficoltà di natura politica.

Nonostante questo pensiamo che tutti e tutte hanno il diritto di poter esprimere la propria opinione, sbagliata e giusta che sia.

In ogni caso il   PARTITO della RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA Circolo “G. Puletti” – Baronissi esprime la propria solidarietà a se stessa e a tutto il movimento antifascista e antirazzista perché noi tutti saremo costretti a perdere tempo e risorse nel rispondere a tali “marachelle” e quindi non potremo nelle prossime ore continuare nella nostra battaglia antifascista e antirazzista.

 

PRC - Baronissi