EasyOS

EasyOS è nato a gennaio 2017 e da allora ci sono stati pezzi scritti qua e là su come e perché è diverso dalle altre distribuzioni Linux. Ciò include alcune descrizioni piuttosto tecniche. Ciò che segue è un semplice elenco, in modo che chiunque possa avere una rapida idea di cosa sia EasyOS.

Container-friendly EasyOS è progettato da zero per supportare i contenitori. Qualsiasi app può essere eseguita in un contenitore, infatti è possibile eseguire un intero desktop in un contenitore. La gestione dei contenitori avviene tramite una semplice GUI, senza problemi sulla riga di comando. Il meccanismo contenitore si chiama Easy Containers ed è progettato da zero (Docker, LXC, ecc. Non vengono utilizzati). I container facili sono estremamente efficienti, quasi senza sovraccarico: le dimensioni di base di ciascun contenitore sono solo di diversi KB.
Funzionamento totalmente isolato nella RAM Il menu di avvio ha un'opzione "Copia sessione su RAM e disabilita unità", che si avvia su un desktop con il potere di amministratore (root) sotto tutti gli aspetti tranne che totalmente isolato dalle unità del PC. Questa è un'alternativa all'utilizzo dei contenitori. Questo è stato introdotto con Pyro 1.2 e Buster 2.1 ed è un work-in-progress. Blog post introduttivo qui .
Esegui come root Questo è controverso, tuttavia, è solo una filosofia diversa. L'utente viene eseguito come amministratore (root), le app possono essere eseguite facoltativamente come "spot" dell'utente o in contenitori come "root paralizzato" o utente "zeus". Il risultato pratico è che non devi mai digitare "sudo" o "su" per eseguire nulla, né rimanere bloccati con i permessi dei file.
ISO obsoleto Il supporto ottico è un formato legacy. Oggigiorno vengono venduti pochissimi PC desktop, la maggioranza sono infatti computer portatili e quasi tutti non hanno unità ottiche. Easy è fornito come file di immagine che può essere scritto su qualsiasi Flash-stick da 2 GB o superiore (e si espanderà automaticamente per riempire l'unità). Oppure, il file può essere aperto e installato direttamente sul disco rigido interno.
Tuttavia, viene ancora offerto un CD live ISO, con funzionalità di salvataggio della sessione , principalmente per soddisfare quegli utenti che hanno un computer che non si avvia da USB.
Nessuna installazione completa In un'installazione "completa" tradizionale, il filesystem occupa un'intera partizione, con il solito / etc, / bin, / usr, / proc, / sys, / tmp, ecc. Easy non si installa in questo modo.
Facile da installare sul disco rigido in quella che chiamiamo modalità " frugale ", che occupa solo una cartella in una partizione, permettendo di coesistere con qualsiasi altra cosa venga utilizzata per la partizione.
Roll-back, roll-forward Con Easy, puoi scattare un'istantanea e, successivamente, ripristinare. Quindi, è possibile scorrere in avanti. Questo può funzionare attraverso cambiamenti di versione e/ocambiamenti del kernel. Questo meccanismo si applica al filesystem principale e ai container.
Aggiornamento versione atomica A differenza delle distribuzioni che eseguono l'aggiornamento della versione in base al pacchetto per errori, Easy viene aggiornato sostituendo tre file. Pertanto, l'aggiornamento riuscito è "garantito". Ciò è analogo alle "transazioni atomiche" in ambito finanziario. Leggi di più qui .
Mega-pacchetti SFS Easy supporta i mega-pacchetti SFS, che sono molti pacchetti raggruppati in un unico file, che è denominato con estensione ".sfs". Questi non vengono mai estratti, quando, in uso, sono montati nel filesystem aufs o overlay a strati e possono essere disinstallati semplicemente rimuovendoli. Ad esempio, c'è devx_ <versione> _amd64.sfs , che ha tutto il necessario per la compilazione e il debug. Esiste anche SFS sorgente del kernel e così via. Gli SFS rendono la vita molto semplice!
Audit trail del gestore pacchetti PETget, il gestore di pacchetti tradizionale, mantiene una pista di controllo. Un risultato, se installa un pacchetto che sovrascrive un file esistente, i file "depositati" vengono conservati (vedi / controllo / depositati) e ripristinati se il pacchetto viene disinstallato.
Esegui qualsiasi cosa in contenitori I file e i contenitori SFS, combinati, sono molto potenti. Puoi persino eseguire altre distribuzioni Linux. Ad esempio, Puppy Linux Xenialpup 7.5 .
responsabile servizio pup_event Easy utilizza il sistema "init" di Busybox, no systemd! Per fornire la gestione dei servizi con dipendenze, c'è pup_event , una semplice estensione del sistema init. Ad esempio, un demone può essere visualizzato solo quando la rete è attiva. pup_event fornisce anche un meccanismo IPC estremamente flessibile e semplice, pup_event_ipc .
GUI per tutto L'obiettivo è che tutto in Easy sia configurato da semplici GUI, senza dover armeggiare sulla riga di comando. Ciò include la gestione di file SFS, Easy Containers e pup_event.
Gerarchie non standard Quando qualcuno si avvia Easy, vedranno che il menu (in basso a sinistra dello schermo) è totalmente diverso da quello a cui sono abituati. Idem la gerarchia di cartelle. Il fatto è che mantieni la mente aperta: è molto facile adattarsi e ci sono solide ragioni per le differenze.
Desktop JWM-ROX Tutti conoscono i desktop Gnome, KDE, Mate, XFCE e LXDE, pochissimi conoscono JWM-ROX. Questo è stato usato da Puppy Linux intorno al 2004 ed è un desktop estremamente leggero (veloce) ma potente. JWM è un gestore di finestre e ROX è il gestore di file e gestore desktop di ROX-Filer. Lavorano estremamente bene insieme e sono la scelta di Easy.
crittografia La "partizione di lavoro" ha cartelle che possono essere eventualmente crittografate. Queste cartelle sono tutto, tutto il tuo lavoro, download, cronologia. ecc. La crittografia è di fscrypt , usa AES-256 e richiede che una password debba essere inserita all'avvio.
x86_64 e aarch64 In teoria, poiché Easy è costruito da WoofQ, può utilizzare qualsiasi pacchetto binario, ad esempio i686. Tuttavia, ogni architettura richiede tempo e impegno per il supporto, quindi le versioni Easy sono solo build x86_64 e aarch64. In quest'ultimo caso, può scegliere come target schede RPi3 e 4 e Rock64.
Interfacce di rete non rinominate Easy mantiene i nomi delle interfacce assegnate dal kernel, eth0, wlan0, ecc., Non li rinomina in qualcosa di strano come "enp2s0", come la maggior parte delle distribuzioni. La facile gestione della rete non ha problemi a tenere traccia dell'interfaccia corretta, anche se i nomi assegnati dal kernel cambiano.
Nomi dell'unità non rinominati Idem. I nomi assegnati dal kernel per unità e partizioni vengono mantenuti. Ad esempio unità sda e partizione sda1.
Patrimonio del cucciolo Barry Kauler ha creato Puppy Linux nel 2003, lo ha consegnato alla "Comunità dei cuccioli" nel 2013. È naturale che in Easy si possano trovare molti "cuccioli", sebbene si debba affermare che Easy è anche molto diverso, e non dovrebbe essere considerato come una forchetta di Puppy. Le funzionalità ereditate includono desktop JWM-ROX, gerarchia di menu, run-as-root, file system a strati SFS, pacchetti PET e dozzine di app sviluppate per Puppy.


Ecco alcuni altri, che possono o meno essere presenti in una particolare build o serie di EasyOS. La serie Pyro, con i numeri di versione 1.x, a partire dal 25 agosto 2019, in modalità manutenzione, ma ancora abbastanza utilizzabile, ha queste caratteristiche speciali:

Compilato dalla fonte Easy è realizzato con WoofQ , che accetta pacchetti binari di input. Questi pacchetti possono provenire da qualsiasi distribuzione, come i DEB di Ubuntu, tuttavia, per ridurre le caratteristiche architettoniche indesiderate (come systemd), i pacchetti binari sono creati da oe-qky-src , un fork di OpenEmbedded. Cioè, tutti i pacchetti in Easy sono compilati dal sorgente, non si fa affidamento su altre distro. Ciò significa che un repository molto più piccolo, tuttavia, sono ottimizzati per Easy (piccolo e veloce).


Il futuro. Ci sono altre cose che possono accadere, controlla il blog di Barry:

http://bkhome.org/news/
Questa pagina (c) Copyright Barry Kauler, dicembre 2018, tutti i diritti riservati.

Argomenti

Etichette