A Salerno: è qui la festa!

Con una ordinanza che rasenta il ridicolo l'Amministrazione Comunale di Salerno ha stabilito che in Salerno Centro si beve troppo alcool quindi la festa del fine settimana si deve spostare in periferia. Periferia? Parliamo di Giovi, Ogliara o frazioni limitrofe: volesse iddio! No parliamo di Torrione, Pastena e Mercatello! Nei prossimi 3 giorni il "governatorato" salernitani (regno della stupidità) ha stabilito infatti che gli esercenti non potranno più fornire in pieno centro (ndr. a ridosso del condominio privato del Crescent) alcolici, superalcolici ed anche analcolici da asporto. In poche parole o vi ubricate al banco oppure andate ad ubricarrvi da Torrione in poi. Se poi volete andare a Lungomare a bere le vostre birre (o altro) basta comprarle da via Velia in poi e restare nell'ambito della legalità "salernitana".

A parte il vergognoso provvedimento amministrativo e la totale assenza di prese di posizione delle associazioni di categoria è sotto gli occhi di tutti la stupida manovra di chi dovrebbe fornire alternative al fenomeno dell'alcolismo. Il Comune di Salerno ha scelto di spostare il fenomeno nelle periferie invece di scegliere la strada di interventi profondi che vanno dalla creazione di centri di aggregazione e di interessi al sostegno di associazioni che da anni insistono sul territorio e che sono - da sempre - più vicine e consapevoli degli interessi della Comunità salernitana. Anzi non dimentichiamo "l'arricchitevi" dell'allora Sindaco De Luca così come non dimentichiamo le sue qualunquistiche posizioni sulla "movida" e la snaturalizzazione del Centro Storico!

Noi non ci meravigliamo, avendo da sempre contrastato questo metodo, ma sicuramente ci indigniamo quando questo viene usato nei confronti delle nostre generazioni al fine di una vigliacca, indegna e schifosa, ricerca di un consenso sempre più populista e borghese.

gin
Rubrica
Etichette